Blog: http://notturnoumano.ilcannocchiale.it

Ricapitolando

Ricapitoliamo. Un mondo divino si impone su quello degli esseri umani, li schiaccia persino se non sono in grado di contrapporre una forza che li stabilizzi. Viviamo alimentati da una fonte di energia, che potremmo definire lo spirito: esso è in grado di generare la storia del mondo [1], che è il risultato dell'applicazione di quell'energia sottoforma di lavoro dovendo fare i conti con tutte le resistenze del caso.
Un danneggiamento del "dispositivo" equivale a una sorta di naufragio [2], sono le onde del tempo che ci trasportano e perdiamo il cosidetto libero arbitrio.
Mi riferivo ai Nuovi Dei di Jack Kirby: cosa vuole Darkseid per l'umanità? Non la morte ma l'antivita ossia una "vita prigioniera", nell'oppressione e nella rassegnazione, dequalificati gli uomini dalla perdita di ogni scelta. Un eroe di questa storia era Mister Miracle che è un artista della fuga e questo inteso in senso reale e figurato.
In teoria i Nuovi Dei doveva essere una miniserie con tanto di conclusione in anni in cui la DC o la Marvel sembravano proprio non concepire l'idea di una storia con una fine definitiva.
E quanto a Thor... Perché mi piace questo personaggio della Marvel? Innanzitutto perché è un prototipo di quei Nuovi Dei che Kirby finirà per creare anni dopo e poi perché è un'idea molto strana che si è prestata a storie assai curiose.

[1] pietra azzurra
[2] bizantini

Pubblicato il 10/5/2011 alle 23.58 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web